MILANO, NOMADI, DE CORATO: “PERIFERIE DIVENTATE CAMPEGGI DI TRIBU’ ROM. CON CDX NEL 2010 531 RIMOZIO

MILANO, NOMADI, DE CORATO: “PERIFERIE DIVENTATE CAMPEGGI DI TRIBU’ ROM. CON CDX NEL 2010 531 RIMOZIONI DEI VIGILI E 700 EURO DI MULTA, CON SALA E SCAVUZZO ANNUNCI DI DASPO, MA ALLA FINE IN 5 ANNI “PAROLE, PAROLE, PAROLE” E LE ROULOTTE SONO ANCORA LI’!”


Milano (18 febbraio 2021)- “Per i nomadi, Milano è tutta un’area di campeggio, da via Pestagalli nel Municipio 4 a via Emanuele Jona in Zona 8.

Panni stesi, camper e roulotte su aree verdi e tutto quello che da ogni regolamento comunale a chiunque sarebbe vietato, a loro è invece concesso. In particolare le periferie, sono diventate campeggi per le tribù rom. C’è persino chi, come il Municipio 6, ha proposto di mettere docce e servizi pubblici in giro per la città per favorire il loro ‘nomadare’.

In dieci anni di governo della città il centrosinistra è solamente rimasto a guardare e a subire il fenomeno. Come ha recentemente detto il vice Sindaco, Anna Scavuzzo, la priorità del Comune prima di agire negli sgomberi dei campi o delle aree occupate è quella di garantire loro una degna sistemazione, magari accompagnati da un programma di reinserimento.

Il regolamento del verde, tanto dibattuto e portato in pompa magna dalla maggioranza come una delle tante svolte green di questa città, dice chiaramente che è vietato campeggiare ed effettuare operazioni di pulizia di veicoli o oggetti di ogni genere. Si tratta di infrazioni che comportano una sanzione che va dai 40 ai 240 euro.

A questo divieto poi c’è da aggiungere l’articolo 185 del Codice della Strada, che il Comune ha sempre applicato a favore dei nomadi. Durante una commissione di Zona 9, infatti, la Scavuzzo aveva evidenziato come fosse “vietato campeggiare” e non sostare.

Nel 2010, quando ricoprivo la carica di Vice Sindaco di Milano, emanai un’ordinanza che rafforzava quanto previsto dalla precedente firmata nel 1988 dall'allora sindaco Paolo Pillitteri, che vietava il campeggio su tutto il territorio comunale tranne che nelle aree appositamente attrezzate. La multa passava da 50 euro per la rimozione e il trasporto nei depositi comunali a 700 euro e arrivammo a rimuovere 531 camper.

Adesso siamo davanti a una vera e propria anarchia! A giugno 2019 il sindaco Sala, aveva parlato di daspo urbano per nomadi reticenti a occupazioni di aree, oggi possiamo dire, riprendendo una celebre canzone di Mina che in 5 anni da parte del centrosinistra sono arrivare solo ‘Parole, Parole, Parole’!”, commenta così il consigliere comunale di FDI, Riccardo De Corato, già vice Sindaco del capoluogo lombardo ed assessore regionale, in merito alle segnalazioni dei residenti di carovane nomadi accampate lungo le strade della città.

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

Seguimi: 

  • Facebook Clean Grey
  • Twitter Clean Grey
  • YouTube Clean Grey

Gruppo Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale -  Consiglio Regione Lombardia

via Fabio Filzi 22 - Tel.:  0267482744 - mail: riccardo.decorato@consiglio.regione.lombardia.it