CENTRI SOCIALI, DE CORATO: SGOMBERATE PAPINIANO E FAENZA, ALTRIMENTI PAGANO MILANESI SECONDO SETENZA

“Dopo la sentenza della Corte di Cassazione di pochi giorni fa, le occupazioni abusive hanno un motivo in più per essere immediatamente fermate. Secondo i giudici per l'”affitto mancato” paga il Ministero e cioè tutti noi.

Ieri due fabbricati, uno in viale Papiniano e uno al quartiere Barona, sono stati occupati da gruppi di antagonisti. Nel primo i no global hanno organizzato un’assemblea, srotolato striscioni con slogan come “Blocca, picchetta e sabota” e annunciato tre giorni di iniziative. Nel secondo, in via Faenza 12/7, si è installato il Comitato autonomo abitanti Barona che vorrebbe creare una mensa popolare, un doposcuola, una ciclofficina, un mercatino e una scuola popolare. Abusivamente.

Inutile ricordare tutte le leggi e le norme che i no global stanno violando sotto gli occhi di Prefettura e Questura che tacciono e del Comune che li ha sempre appoggiati. A questo si aggiunge che la Corte di Cassazione ha stabilito che la pubblica amministrazione ha un dovere di tutela del cittadino contro gli abusivi, quindi o lo stabile occupato viene sgomberato o il Ministero dell'Interno deve risarcire il proprietario che ha denunciato l'illecito ma non si è visto restituire l'immobile con uno sgombero tempestivo. In pratica: paga Pantalone! Paghiamo tutti noi. Ho già presentato un'interpellanza in Regione su questo per gli alloggi Aler. In questo caso non solo i centri sociali occupano tutti palazzi che vogliono, non solo ci aprono attività senza permessi e senza scontrini, ma addirittura corriamo il rischio di dover risarcire tutti noi il proprietario! Subito sgombero!”

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

Seguimi: 

  • Facebook Clean Grey
  • Twitter Clean Grey
  • YouTube Clean Grey

Gruppo Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale -  Consiglio Regione Lombardia

via Fabio Filzi 22 - Tel.:  0267482744 - mail: riccardo.decorato@consiglio.regione.lombardia.it