CENTRI SOCIALI, DE CORATO: LO “ZAM” PRONTO AD ALTRA FESTA ILLEGALE DOMANI INIZIA IN VIA SANT’ABBONDI

Ormai i centri sociali festeggiano gli anniversari dell’illegalità! Settimana scorsa, in Piazza Selinunte, il centro sociale Il Cantiere e il Comitato abitanti San Siro hanno spento le candeline per i 10 anni della San Siro Street Festival. Domani il centro Sociale Zam, che occupa dal 2014 i locali AEM in via Sant’Abbondio 4, festeggerà l’occupazione con il “V festival delle resistenze”.

La manifestazione itinerante è annunciata con il solito manifesto belligerante che raffigura ragazzi con passamontagna e caschi, sulla falsa riga del volantino pubblicato dal centro sociale “Corvetto Odia” con lo slogan “organizziamoci contro la Polizia” nel quale sono appunto raffigurati giovani incappucciati e a volto coperto. Il festival comincerà domani nei locali occupati dallo Zam e nel vicino parco “autogestito”, ovvero occupato, con dibattiti e buffet. Sabato trasferta a Genova per assistere alla proiezione del film “Non Lavate questo sangue”. Domenica al Parco delle cave, l’ex Gasometro, dalle 13 “pranzo popolare”, tornei sportivi, corso di falegnameria, musica, interventi e artisti.

Ormai per loro non esistono più regole: i permessi da richiedere per l’occupazione del suolo pubblico, del verde, o le autorizzazioni per la vendita del cibo sono solo per i fessi.

Una due giorni nel verde durante la quale, sicuramente, festeggeranno il pronunciamento del tribunale di Milano di ieri, col quale sono stati assolti due occupanti abusivi del centro sociale Lume.

Forti della sentenza cavalcano lo slogan “Occupare non è reato”, già apparso sulle loro pagine Facebook a commento, appunto, di quanto accaduto ieri.

Ormai a Milano tutto è fattibile e possibile: già nelle motivazioni del GIP che l'anno scorso aveva rigettato la richiesta di decreto penale di condanna degli occupanti del Lume si leggeva che “la condotta non ha rilevanza penale in quanto ha avuto scopo dimostrativo con la finalità di stimolare gli enti pubblici a una più proficua utilizzazione degli spazi per finalità connesse con il godimento della collettività e della cittadinanza”.

Uno schiaffo ai proprietari che da anni chiedono di rientrare in possesso dei loro stabili occupati dai centri sociali.

A Milano, l’articolo 42 della costituzione è stato momentaneamente abolito, sostituito dal riconoscimento dell’occupazione a fini sociali.

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

Seguimi: 

  • Facebook Clean Grey
  • Twitter Clean Grey
  • YouTube Clean Grey

Gruppo Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale -  Consiglio Regione Lombardia

via Fabio Filzi 22 - Tel.:  0267482744 - mail: riccardo.decorato@consiglio.regione.lombardia.it