IMMIGRAZIONE CLANDESTINA, DE CORATO: BENE BLITZ POLIZIA A BERGAMO CONTRO CONTRAFFAZIONE DOCUMENTI DI

Grazie all’ottimo lavoro della polizia di Bergamo sono state arrestate 10 persone ritenute responsabili, a vario titolo, di favoreggiamento aggravato dell'immigrazione clandestina, falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale, alterazione di documenti e plurimi episodi di corruzione. Nel mirino delle indagini sono finiti collaboratori e titolari di due agenzie di Bergamo che, con la fattiva partecipazione di appartenenti alla pubblica amministrazione, hanno "creato le condizioni per ottenere il nulla osta al ricongiungimento familiare ed il conseguente ingresso nel territorio dello Stato di numerosi cittadini cinesi privi di requisiti" sia attraverso la creazione di certificazione anagrafica contraffatta sia mediante la creazione di residenze e attività lavorative fittizie. I “clienti” dovevano pagare ciascuno intorno ai 9mila euro per una pratica di ricongiungimento familiare, mentre per il rinnovo del permesso di soggiorno intorno ai 3 mila. Solo a febbraio si era verificato un simile episodio: a finire in manette è stato un poliziotto dell'Ufficio immigrazione della questura di Milano che, con l’aiuto della moglie cinese e di un connazionale della stessa, forniva permessi di soggiorno in cambio del pagamento di una somma che variava tra i 5 e gli 8mila euro, sempre a cittadini cinesi. Ancora una volta è evidente l’importanza della rotazione del personale: uno strumento, come aveva detto l’ex presidente Anac Raffaele Cantone, anticorruzione. Già con 1.153.835 stranieri e 112 mila clandestini, la pressione migratoria sulla nostra regione è forte, ci mancano solo i furbetti dei permessi di soggiorno. Per quanto riguarda i permessi di soggiorno, è chiaro che bisogna tenere alta l’attenzione e il controllo sulle richieste che vengono presentate e sull’emissione dei documenti. Ciò per evitare che si verifichino ancora episodi di corruzione e che si crei un business legato alla “vendita”, ovviamente totalmente illegale, di permessi di soggiorno. Per Orim e Polis Lombardia in tutta la regione sono presenti 66.618 cinesi regolari e 6.910 clandestini. Chissà quanti dei primi hanno ottenuto il permesso di soggiorno pagando e chissà quanti dei secondi erano, invece, pronti a farlo.

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

Seguimi: 

  • Facebook Clean Grey
  • Twitter Clean Grey
  • YouTube Clean Grey

Gruppo Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale -  Consiglio Regione Lombardia

via Fabio Filzi 22 - Tel.:  0267482744 - mail: riccardo.decorato@consiglio.regione.lombardia.it