SICUREZZA, DE CORATO: ALTRO RUMENO PREGIUDICATO TENTA FURTO RUSPA, ORA ABBIAMO VISTO TUTTO! IN LOMBA

Se pensavamo di aver visto tutto, ci stavamo sbagliando. Spaccio, rapine, aggressioni, furti. Tutto questo a Milano è ormai all’ordine del giorno. Come confermano i dati e le notizie di cronaca, la maggior parte delle volte a commettere questi reati sono stranieri, spesso clandestini. Questa volta, il ladro sorpreso mentre cercava di rubare una ruspa all’interno di un cantiere è un rumeno con precedenti che non appena ha visto la polizia, intervenuta su segnalazione di un cittadino, ha tentato di respingerla lanciando contro gli agenti delle pietre. FONDAMENTALI SEGNALAZIONI CITTADINANZA- Innanzitutto è da sottolineare, ancora una volta, l’importanza che hanno le segnalazioni dei cittadini. Allertando le forze dell’ordine quando si trovano di fronte a situazioni d’illegalità o di pericolo dimostrano indubbiamente un grande senso civico, come in questo caso, e contribuiscono a far sì che venga ripristinata la legalità. Principio su cui si basa il ‘Controllo di vicinato’. TASSO DELITTUOSITÀ STRANIERI MAGGIORE DI QUELLO DEGLI ITALIANI-Inoltre, ancora una volta tornano alla mente i dati contenuti nella nota statistica dell’Osservatorio regionale per l’integrazione e la multietnicità (Orim) redatta da Polis Lombardia: nel 2016 il tasso di delittuosità degli italiani risulta essere dell’8,2 per mille, mentre quello degli stranieri è 5,6 volte superiore, ovvero del 45,8 per mille. In particolare, questi dati, segnalano che nella nostra regione gli stranieri hanno “contribuito” maggiormente allo sfruttamento e al favoreggiamento della prostituzione, ai furti con destrezza, alla contraffazione di marchi e prodotti industriali e ai furti in esercizi commerciali, ai furti e alle rapine in abitazione, ai furti con strappo e alle rapine in pubblica via, ai furti in auto in sosta, alla violazione della normativa sugli stupefacenti, alle rapine in esercizi commerciali, ai tentati omicidi e ai reati di contrabbando. La maggior parte, infatti, riguarda crimini con i quali, quotidianamente, abbiamo a che fare. Nel 2016, in particolare, il 56,9% dei furti commessi è avvenuto per mano di uno straniero.

STRANIERI E CLANDESTINI PRESENTI IN LOMBARDIA E A MILANO-Sempre secondo questi dati, nella nostra regione sono presenti 1.153.835 stranieri regolari ai quali si sommano i 112mila clandestini, di questi 48.900 presenti solo a Milano. Per quanto riguarda gli irregolari provenienti dall’Est Europa, sono in tutta la regione 22.660, 6.690 solo nella Città Metropolitana di Milano. RAPINE E FURTI COMMESSE TRA GENNAIO-GIUNIO 2018- Infine, secondo i dati del dipartimento della pubblica sicurezza del Ministero dell'Interno nei primi sei mesi dello scorso anno sono stati commessi a Milano, tra gli altri, 46.535 furti e 1.253 rapine.

Insomma, quello di oggi non è altro che l’ennesimo episodio che conferma questi numeri. Oltre a ciò, ancora una volta a delinquere è una persona con precedenti, che presto sarà di nuovo libera di continuare a delinquere sul nostro territorio.

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

Seguimi: 

  • Facebook Clean Grey
  • Twitter Clean Grey
  • YouTube Clean Grey

Gruppo Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale -  Consiglio Regione Lombardia

via Fabio Filzi 22 - Tel.:  0267482744 - mail: riccardo.decorato@consiglio.regione.lombardia.it