TRENORD, DE CORATO: ALTRO CAPOTRENO AGGREDITO SU TRATTA MILANO- BERGAMO. PERCHE' MILITARI PRESEN

Questo fine settimana si è verificato l’ennesimo spiacevole episodio di violenza su un convoglio Trenord della tratta Milano Centrale- Bergamo. Il capotreno, con l’ausilio di un vigilantes libero dal servizio, è intervenuto per cercare di ripristinare l’ordine in un vagone “occupato” da sei individui, stranieri ed italiani, di età compresa tra i 16 e i 35 anni ed è stato violentemente aggredito da loro. Intervenuti alla stazione di Verdello-Dalmine i carabinieri hanno accompagnato gli aggressori, tutti già noti alle forze dell’ordine, in caserma e per loro è scattato il deferimento in stato di libertà alla Magistratura bergamasca per concorso in interruzione di pubblico servizio. PERCHE' MILITARI PRESENTI NELLE STAZIONI NON POSSONO SALIRE A CONTROLLARE ANCHE I CONVOGLI OLTRE CHE GLI SCALI FERROVIARI?- Sono in arrivo nella nostra regione 279 nuovi agenti di Polizia, parte dei quali verrà destinata alla Polfer. Nonostante questo piccolo rinforzo del Ministro dell’Interno, però, purtroppo, gli agenti della polizia ferroviaria, sebbene i grandi sforzi quotidiani, non sono comunque abbastanza: neanche 600 agenti per controllare i 2.500 km della rete ferroviaria lombarda. Di fronte a questo ennesimo episodio di violenza, che evidenza ancora una volta la problematica legata alla sicurezza sui treni, vorremmo sapere perché i treni della rete ferroviaria lombarda sono ancora sguarniti di militari. Oggi in molte stazioni della Lombardia sono già presenti i soldati, perché non possono salire a controllare anche i treni, oltre a, come già fanno, gli scali ferroviari? È fondamentale per la sicurezza del personale e degli utenti che, in attesa del rafforzamento e dell’adeguamento del numero dei poliziotti in Lombardia annunciato dal Ministro dell’Interno, i soldati controllino anche i treni e non solo le stazioni, in particolare sulle tratte più critiche fra le quali è appunto compresa anche la Milano-Carnate-Bergamo oltre alla Linea S9 (Saronno-Seregno-Milano-Albairate), la linea S8 (Milano-Carnate-Lecco) e Valtellina, la linea S7 (Lecco-Molteno-Monza-Milano), la Mortara-Milano, la Voghera-Pavia-Milano e la Domodossola-Arona-Milano.

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

Seguimi: 

  • Facebook Clean Grey
  • Twitter Clean Grey
  • YouTube Clean Grey

Gruppo Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale -  Consiglio Regione Lombardia

via Fabio Filzi 22 - Tel.:  0267482744 - mail: riccardo.decorato@consiglio.regione.lombardia.it