STAZIONE CENTRALE, DE CORATO: BENE ARRESTO UCRAINO. PIAZZA DUCA D’AOSTA ZONA FRANCA PER CRIMINALI E

Grazie ai controlli della polizia in Stazione Centrale, è stato arrestato un ucraino di 31anni che doveva scontare una pena di 10 anni per violenza sessuale di gruppo, minacce, rapina aggravata e lesioni nei confronti di due prostitute straniere. Fermato ieri dagli agenti, è emersa dagli accertamenti la condanna emessa nel 2017 dal tribunale di Verbania.

Anche questa volta ringraziamo gli agenti per l’ottimo lavoro svolto. Per l’ennesima volta Piazza Duca d’Aosta e la Stazione Centrale si riconfermano zona franca di criminali di ogni nazionalità. Dalle borseggiatrici bosniache agli spacciatori gambiani ai latitanti come lo stupratore rapinatore ucraino. Nelle aiuole della piazza, nella stazione e nelle vie limitrofe bivaccano sbandati e delinquenti, la maggior parte dei quali clandestini, che a Milano sono quasi 50 mila, 2.760 dei quali provenienti dall'Ucraina. Proprio lunedì è stato arrestato un somalo di 20 anni che minacciava i passanti con una spranga di ferro e che ha aggredito con l’arma uno dei poliziotti accorsi. Rapine, violenze, spaccio, furti, sono all’ordine del giorno e non stupiscono più. Il livello di sicurezza è zero, nonostante la presenza di militari e polizia che evidentemente, vista la situazione, hanno l’ordine di non disturbare i disturbatori. I cittadini e turisti non possono rischiare la propria incolumità ogni volta che passando in questa zona.

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

Seguimi: 

  • Facebook Clean Grey
  • Twitter Clean Grey
  • YouTube Clean Grey

Gruppo Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale -  Consiglio Regione Lombardia

via Fabio Filzi 22 - Tel.:  0267482744 - mail: riccardo.decorato@consiglio.regione.lombardia.it