(VOLANTINO ALLEGATO) MIGRANTI, DE CORATO: SALA "SENZA IMMIGRATI, LA CITTA' SI FERMA"?

“Senza immigrati, la città si ferma”. Cominciamo il 2019 con una grande perla di saggezza del sindaco di Milano, Giuseppe Sala. Milano non si è fermata nemmeno durante la seconda guerra mondiale e il primo cittadino pensa davvero si fermerà senza gli immigrati?

50 MILA CLANDESTINI A MILANO-Anzi, il problema del Capoluogo lombardo è proprio che è saturo di questi individui, molti dei quali senza lavoro e che, quindi, delinquono spacciando, commettendo rapine e furti e simili, la maggior parte dei quali irregolari, che quindi non ha nemmeno i titoli per stare in Italia. Molti di questi clandestini sono coloro che dopo aver ottenuto risposta negativa alla richiesta d’asilo, anziché andarsene, sono rimasti illegalmente nel nostro territorio.

QUANTI CLANDESTINI VOGLIONO ANCORA SALA E MAJORINO?- Non solo è evidente che senza di loro Milano non si fermerà, ma con queste dichiarazioni Sala e Majorino non fanno altro che attirarne di altri. Ma si accorgono dei livelli ai quali siamo arrivati grazie alle loro politiche di accoglienza sregolata? Non gli bastano i quasi 50 mila irregolari presenti nel territorio di Milano ai quali si aggiungono i 262.521 stranieri residenti regolarmente nella città? Quanti ne vogliono ancora?

SITUAZIONE FUORI CONTROLLO- La situazione a Milano è fuori controllo. I centri di accoglienza sono colmi e spesso zone franche per la delinquenza, per strada e nei parchi siamo agli accampamenti e bivacchi, agli accoltellamenti e aggressioni etniche. Anche la mentalità di queste persone che considerano le donne come oggetti di loro proprietà, dà i suoi frutti come dimostrato, per esempio, dall’episodio di venerdì scorso, avvenuto all’interno del centro Sprar di via Sammartini, dove un ghanese di 26 anni ubriaco ha picchiato la compagna, una 24 enne nigeriana, davanti al loro figlio. Siamo al punto in cui i frutti dell’immigrazione incontrollata e del degrado in zone come la Stazione Centrale, sono sotto agli occhi di tutti: dalle aggressioni, alle rapine, ai borseggi fino a, come successo sabato, addirittura un uomo che orina su una volante, chiaro sfregio allo Stato e alle sue forze di Polizia. In tutto ciò, non ci si scordi del fatto che il 70% dei detenuti di San Vittore è composto da immigrati irregolari.

IN PIAZZA ANCHE I CENTRI SOCIALI- Ad aggiungersi alle parole di Sala, oggi, ci saranno anche gli slogan ormai ascoltati e riascoltati dei centri sociali. La Rete No Cpr ha organizzato per le 18 di questa sera, lunedì 7 gennaio, una 'pentolata' sotto Palazzo Marino, sede del Consiglio comunale di Milano, per chiedere al Comune di sospendere il dl Salvini e, quindi, per manifestare contro il decreto Sicurezza. L’ennesima sceneggiata dei centri sociali alla quale al Comune, che fingerà di non vedere, molto probabilmente dispiacerà non poter partecipare e non stupirebbe affatto se invece lo facesse.

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

Seguimi: 

  • Facebook Clean Grey
  • Twitter Clean Grey
  • YouTube Clean Grey

Gruppo Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale -  Consiglio Regione Lombardia

via Fabio Filzi 22 - Tel.:  0267482744 - mail: riccardo.decorato@consiglio.regione.lombardia.it