SESTO SAN GIOVANNI, DE CORATO: ALTRO STUPRO ETNICO NEL LOCALE AL JAZEERA GIA' NOTO PER FATTI DI

Siamo agli stupri etnici. Nella giornata di ieri una trentunenne marocchina è stata violentata all'interno della discoteca Al Jazeera di Sesto San Giovanni da un egiziano irregolare e con precedenti per numerosi reati, anche di tipo specifico. All’arrivo della polizia, l’aggressore si è rinchiuso nel locale, ma i poliziotti, una volta entrati, hanno individuando oltre a lui, anche un altro immigrato senza documenti. Il locale era già noto per numerosi episodi di criminalità straniera avvenuti in passato. A capodanno 2014 questo locale aveva ospitato una festa che aveva creato diversi disordini, ma i fatti più gravi risalgono al 2016 quando a luglio, dopo aver già aggredito un cliente a febbraio, il marito della titolare, un egiziano di 55 anni e il buttafuori, un connazionale di 48, entrambi con precedenti, vennero arrestati con l’accusa di tentato duplice omicidio nei confronti di due fratelli loro connazionali aggrediti violentemente per non aver pagato alcune consumazioni. SERVE ADEGUAMENTO FF.OO- Esprimo vicinanza alla vittima, ma, ancora una volta, è chiaro che la situazione è ormai fuori controllo. Nella Milano di oggi, sia di giorno che di notte, succede di tutto e non si può continuare a fingere di non vedere: il numero degli uomini delle forze dell’ordine presenti nella regione e nel capoluogo lombardo non è adeguato né al numero dei residenti, né tanto meno alla situazione d’insicurezza nella quale si trovano i cittadini lombardi e milanesi. Secondo un’elaborazione dei dati del Conto Economico del Tesoro la Lombardia nella classifica per rapporto forze dell’ordine/popolazione residente è all’ultimo posto con il rapporto peggiore rispetto a tutte le altre regioni italiane. Mentre il Lazio ha un rapporto di 1/104 e in Molise, paragonabile a due quartieri di Milano è di 1/123, in Lombardia è di 1/325. È chiaro che la nostra regione è sotto organico e che serve, quindi, un adeguamento del numero degli uomini per poter garantire l’adeguato livello di sicurezza alla cittadinanza. Per questo è sicuramente positivo l’invio di 279 poliziotti annunciato dal Ministro dell’Interno per il 2019 in tutta la Lombardia, per la prima volta un'inversione di tendenza, ma chiaramente non è un numero sufficiente a migliorare il rapporto forze dell’ordine/abitanti. La speranza è dunque che con le nuove future assunzioni di uomini e donne in divisa proclamate sempre dallo stesso Ministro la situazione lombarda possa migliorare.

PROBLEMA IRREGOLARI IN LOMBARDIA E A MILANO- Questa vicenda pone l’accento anche sulla problematica legata al gran numero di irregolari presenti nel nostro territorio. Si stima che in Lombardia sia 112mila i clandestini presenti, dei quali 10.270 provenienti dall’Egitto, come l’uomo arrestato ieri per la violenza. A Milano, in particolare, gli egiziani irregolari sono 8.140, mentre nell’intera regione sono quasi 24mila quelli provenienti da tutto il nordafrica. Non solo queste persone vivono illegalmente in Italia e sul nostro territorio, ma lo fanno compiendo crimini a destra e a manca, perché tanto sanno che, anche se verranno arrestati, toccherà loro al massimo qualche ora di galera e poi, anche se sono clandestini, potranno tornare liberi di continuare a delinquere. Serve innanzitutto la certezza della pena e poi, se un clandestino viene sorpreso a delinquere, deve scontare la condanna ed essere rimpatriato.

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

Seguimi: 

  • Facebook Clean Grey
  • Twitter Clean Grey
  • YouTube Clean Grey

Gruppo Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale -  Consiglio Regione Lombardia

via Fabio Filzi 22 - Tel.:  0267482744 - mail: riccardo.decorato@consiglio.regione.lombardia.it