CONSIGLIO REGIONALE, DE CORATO: APPROVATA IN LOMBARDIA, PRIMA REGIONE IN ITALIA, FIGURA DEL GARANTE.

Oggi in Consiglio Regionale, con il parere favorevole della Giunta espresso dall’Assessore De Corato è stata approvata all'unanimità la proposta di legge n. 14 con la quale si prevede l’istituzione in Lombardia, prima regione in Italia, di un Garante regionale per la tutela delle vittime di reato. Si tratta di una figura che si vorrebbe far diventare un vero e proprio punto di riferimento a tutela degli interessi del cittadino. “L’esigenza di prevedere questa figura nasce dal contesto sociale attuale nel quale il tema della sicurezza è sempre più al centro di un continuo dibattito che, partendo dai sempre più frequenti casi di cronaca, coinvolge ampi strati della società e inevitabilmente diventa argomento di riflessione e confronto anche a livello politico e istituzionale.

Spesso la politica, soprattutto a sinistra, si è occupata della tutela dei diritti di chi, dopo aver commesso un reato, sconta la propria condanna in prigione. Ci si è molto occupati di tutelare loro e le loro famiglie per reinserirli nel mondo del lavoro dopo aver scontato la pena. Poco invece è stato fatto per stare vicino alle vittime ed alle loro famiglie. La vita strappata di un figlio o di una moglie, è una condanna a vita: fine pena mai. Occorre che oltre al sostegno ed al supporto dato oggi a chi ha commesso un reato, le istituzioni stiano al fianco di coloro che hanno subito una violenza, spesso un atto così importante da aver cambiato per sempre la loro vita. Regione Lombardia con questa legge, vuole schierarsi con forza al fianco delle vittime e delle loro famiglie. Noi staremo sempre con le persone per bene, con le forze dell'ordine, con chi rispetta le regole e spesso si sente abbandonato dallo Stato e dalle istituzioni. Noi vogliamo dire con forza a tutti loro che ci siamo e ci saremo, senza alcun indugio."

Faremo sentire la nostra vicinanza e la nostra presenza anche in modo molto concreto. Per esempio, Regione Lombardia ha rimborsato le spese legali a Mario Cattaneo, l’oste di Casaletto Lodigiano (Lodi) che uccise per legittima difesa un romeno che con tre complici si era introdotto nel suo locale. Per noi la difesa è sempre legittima, e infatti, a lui come a tutti i lombardi che, vittime di un delitto contro il patrimonio o contro la persona, siano accusati di aver commesso un delitto per eccesso colposo in legittima difesa, rimborseremo fino a 30.000 € per le spese legali.

Al di là dei dati statistici, colpiscono particolarmente a causa della loro efferatezza i delitti contro la persona e il patrimonio, che sempre più spesso si verificano all’interno delle abitazioni private nelle ore serali e notturne. Questi episodi però, non si fermano al delitto stesso, ma vanno oltre, portando il cittadino e i suoi congiunti a vivere situazioni si particolare serietà che superano il momento di un’aggressione o di una rapina. Molto spesso, infatti, all’episodio stesso si somma un lungo e doloroso strascico non solo psicologico, aumentato dalla costante esposizione mediatica dei fatti privati, ma anche economico, dovuto ai lunghi tempi della giustizia. Di fronte a tutto ciò è possibile, e anche comprensibile, che avvenga un vero e proprio ribaltamento della percezione dei ruoli tra chi commette un delitto e chi ne è vittima. Quest’ultima, infatti, oltre ad aver subito un danno, si vede spesso costretta a difendersi in giudizio per le eventuali reazioni. Per questi motivi e per il contesto sociale in cui si inserisce, la figura del Garante assume un ruolo rilevante. "

Lo dichiara Riccardo De Corato, ex vice Sindaco di Milano e Assessore a Sicurezza, Immigrazione e Polizia Locale di Regione Lombardia.

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

Seguimi: 

  • Facebook Clean Grey
  • Twitter Clean Grey
  • YouTube Clean Grey

Gruppo Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale -  Consiglio Regione Lombardia

via Fabio Filzi 22 - Tel.:  0267482744 - mail: riccardo.decorato@consiglio.regione.lombardia.it