DROGA, DE CORATO: ALTRI 13 SPACCIATORI ARRESTATI, MILANO SI CONFERMA TRA LE PIU’ GRANDI PIAZZE DI SP

Sono finite in manette, a Milano, 13 persone, tra italiani e est europei, per traffico di droga. Le sostanze stupefacenti venivano portata in Italia nascoste in doppi fondi in camion che facevano la spola con la Spagna e la Slovenia per trasportare merce. E poi veniva conservata in alcuni box di Milano. I sequestri sono iniziati nell'aprile del 2018 e hanno portato al sequestro di 70 grammi di cocaina, 71 di hashish e 303 di marijuana, oltre a migliaia di euro e una pistola 9x19 con la matricola abrasa. Ancora una volta le forze dell’ordine hanno compiuto un ottimo lavoro di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti. È evidente, tuttavia che la vendita ed il consumo di droga a Milano non sono in calo, anzi, proprio il contrario. Negli ultimi due mesi sono 6 le operazioni antidroga che hanno interessato l’ovest milanese, con oltre 20kg di stupefacenti sequestrati. Da inizio settembre a ieri, secondo le cronache, guardando tutto il capoluogo lombardo e l’hinterland, sono stati sequestrati circa 12kg di cocaina, 333kg di hashish e una tonnellata di marijuana. Milano è la più grande piazza di spaccio europea, anche per quanti riguarda la vendita di dosi online. La merce infatti arriva, chiaramente illegalmente, all’aeroporto di Malpensa dal nord Europa e viene poi smerciata anche nel resto d’Italia. La situazione di degrado che comporta questo primato è evidente a tutti, specialmente se si osserva la problematica nelle zone più critiche, come quella del boschetto di Rogoredo, dove il 10 settembre è morto per overdose un ragazzo di 25 anni. Anche il 25 settembre un uomo è morto per lo stesso motivo mentre entrava al pronto soccorso del policlinico in via San Barnaba e, pochi giorni fa, un altro uomo è stato trovato privo di vita nei bagni della Stazione Centrale. In quest’ultima zona, come anche a Rogoredo, e nelle zone della movida come le colonne di San Lorenzo, i Navigli e corso Como, è risaputo che si spacci. Chiunque voglia comprare della droga sa dove trovare lo spacciatore e dove trovare la sostanza che cerca. Serve la certezza della pena per gli spacciatori che vengono arrestati e una politica che non strizzi l’occhiolino ogni qualvolta sia possibile alla legalizzazione.

Lo dichiara Riccardo De Corato, ex vice Sindaco di Milano e Assessore a Sicurezza, Immigrazione e Polizia Locale di Regione Lombardia.

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

Seguimi: 

  • Facebook Clean Grey
  • Twitter Clean Grey
  • YouTube Clean Grey

Gruppo Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale -  Consiglio Regione Lombardia

via Fabio Filzi 22 - Tel.:  0267482744 - mail: riccardo.decorato@consiglio.regione.lombardia.it