C.SO V. EMANUELE, DE CORATO: FURTI E SCIPPI IN PIENO CENTRO DI STRANIERI PREGIUDICATI: VENGANO RIMPA

Una borseggiatrice bulgara di 29 anni, con numerosi precedenti per reati dello stesso tipo, che aveva messo le mani nella borsa di una poliziotta in servizio in borghese, è stata arrestata in un negozio di Corso Vittorio Emanuele. Mentre nelle abbandonate periferie ormai la situazione d’insicurezza e degrado è chiara, per il centro non è così. Ogni volta che si parla di piazza Duomo e delle vie limitrofe è normale pensare ad un luogo sicuro, perché, rispetto ai margini della città, maggiormente presidiato dalle forze dell’ordine. Tuttavia, visti gli ultimi episodi, il precedente risale solo a domenica sera quando, sempre in C.so Vittorio Emanuele, un marocchino pregiudicato di 17 anni ha strappato dal collo di una signora di 58 la collanina d’oro, è evidente che non è così. Indubbiamente vanno ringraziate le forze dell’ordine e la Polizia Locale per i servizi in borghese che vengono fatti, ma tutti i loro sforzi sono resi vani dalla mancanza della pena che, nel caso di migranti o clandestini pregiudicati, dovrebbe essere fatta scontare nel proprio Paese, rimpatriandoli. Non è giusto che Milano debba tenersi simili delinquenti che, se anche presi dagli agenti, tornano presto liberi di continuare a commettere reati.

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

Seguimi: 

  • Facebook Clean Grey
  • Twitter Clean Grey
  • YouTube Clean Grey

Gruppo Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale -  Consiglio Regione Lombardia

via Fabio Filzi 22 - Tel.:  0267482744 - mail: riccardo.decorato@consiglio.regione.lombardia.it