CANNABIS, DE CORATO: “NON ESISTE DROGA LEGGERA” SENTENZA CONSIGLIO SUPERIORE SANITA’, INAPPELLABILE.

Oggi è stato fatto un primo passo: i medici hanno dato un loro parere sulla nocività della cannabis light venduta liberamente in negozi e su internet. Ritengono pericolose per la salute le quantità contenute di principio attivo Thc, che possono penetrare ed accumularsi nei tessuti tra cui il cervello. Questa cannabis cosiddetta light e la sua vendita è il frutto di una sciagurata legge, la 242 del 2016, che ha reso legale la coltivazione in filiera della canapa. E’ inutile nasconderci dietro un dito, la droga non è mai leggera, anche se è anni che molti antiproibizionisti vogliono farcelo credere, e a dirlo, oggi, è il Ministero della Salute. Ora c’è da augurarci che, visto il parere del Ministero, il Ministro Giulia Grillo in via precauzionale ritiri tutta quella che oggi circola in libera vendita proprio come si fa quando succede con un allarme alimentare, anche se, inutile negarlo, questo è ben più grave di qualsiasi alimento avariato. I dati della Coldiretti ci dicono che senza che nessuno se ne accorgesse è nato un business dietro la coltivazione della canapa stimato oltre i 40 milioni di euro. A Milano è facile trovarla in bella vista in tabaccheria per non parlare dei negozi a tema canapa. Aver abbassato la guardia e aperto la discussione sulla cannabis ad uso ricreativo approvando una legge che di fatto ne permette subdolamente l’uso ha portato il Consiglio superiore della Sanità ad esprimersi in maniera irrevocabile: la cannabis, leggera o no, fa male.

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

Seguimi: 

  • Facebook Clean Grey
  • Twitter Clean Grey
  • YouTube Clean Grey

Gruppo Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale -  Consiglio Regione Lombardia

via Fabio Filzi 22 - Tel.:  0267482744 - mail: riccardo.decorato@consiglio.regione.lombardia.it