CENTRALE, DE CORATO: BOSNIACA SENZA DOCUMENTI E CON ORDINE CARCERAZIONE TROVATA IN STAZIONE, CHI LO

“Dove si trovava una donna bosniaca, priva di documenti e che doveva scontare una pena a 9 anni? In Stazione Centrale, chi lo avrebbe mai detto!

Era appena salita a bordo di un treno quando è stata intercettata dagli agenti della Polfer. La donna, incinta, è stata fermata dalla pattuglia prima che potesse compiere furti a danno di ignari viaggiatori e, priva di documenti, è stata condotta in ufficio per gli accertamenti identificativi del caso.

E' emerso che sulla donna, 33 anni nata in Bosnia ma in Italia senza fissa dimora, pendeva un ordine di carcerazione emesso il 14/02/2018 per una pena complessiva di nove anni e tre mesi di reclusione e una multa di circa 4mila euro.

Ovviamente la bosniaca è andata nel luogo che ormai è enclave di delinquenti, clandestini, spacciatori e violenti. E' andata nel luogo abbandonato da Sala e il Comune, nel luogo terra di nessuno. Qui gli immigrati fanno quello che vogliono e la sicurezza è a zero”

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

Seguimi: 

  • Facebook Clean Grey
  • Twitter Clean Grey
  • YouTube Clean Grey

Gruppo Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale -  Consiglio Regione Lombardia

via Fabio Filzi 22 - Tel.:  0267482744 - mail: riccardo.decorato@consiglio.regione.lombardia.it