MIGRANTI, DE CORATO: CITTA' CROCEVIA DI TERRORISTI, CLANDESTINI E ACCOLTELLATORI. E' QUESTO

“La nostra città è centro di raccolta e trasferimento di clandestini e da noi vivono anche aspiranti kamikaze islamici. E infine oggi veniamo anche a sapere che Hosni è stato riconosciuto non del tutto capace di intendere e quindi si prevede per lui una riduzione della pena. Ecco come è diventata Milano, ecco la Milano “oltre i muri”.

A GRATOSOGLIO EGIZIANA ASPIRANTE KAMIKAZE - La polizia oggi ha espulso dall'Italia una 22enne egiziana residente al Gratosoglio con la famiglia: la donna è stata espulsa per motivi di sicurezza nazionale. Voleva infatti andare in Siria a combattere o, vista la difficoltà a raggiungere i territori in guerra, compiere qui un attentato. Viveva col velo integrale ed era in contatto con reclutatori e jihadisti: è questa l'integrazione sognata dal centrosinistra?

DUE STRANIERI TRASPORTAVANO CLANDESTINI DA LAMBRATE ALL'AUSTRIA – Inoltre, sempre oggi, due cittadini stranieri, un egiziano e un iracheno, sono stati arrestati in Trentino per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina aggravata: facevano partire i clandestini da Milano Lambrate e li facevano arrivare in Austria o Germania stipati in treni merci. I migranti pagavano 150 euro a testa per il servizio, che prevedeva il ritrovo alla stazione di Milano Lambrate, poi il viaggio fino alla stazione di Colle Isarco da dove, a piedi e di notte, attraversando il tunnel ferroviario di Fleres.

HOSNI NON DEL TUTTO CAPACE DI INTENDERE - Ismail Tommaso Hosni, il 20enne italo-tunisino arrestato per avere aggredito con due coltelli due

militari e un agente della Polfer alla stazione Centrale di Milano lo scorso 18 maggio, è "capace di stare a giudizio" ma la sua "capacità di intendere e di volere era grandemente scemata al momento del fatto". La perizia psichiatrica in pratica significa che Hosni, in caso di condanna, potrebbe avere una perna molto ridotta.

Sommando tutto: è questa la “Milano oltre i muri”? Ricordo bene questo slogan da Sala e Majorino e ricordo anche parole come integrazione, messaggio di pace.... Ecco cosa sta invece succedendo nella nostra città con l'arrivo incontrollato degli immigrati”.

Lo dichiara Riccardo De Corato, ex vicesindaco e capogruppo di Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale in Regione Lombardia.

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

Seguimi: 

  • Facebook Clean Grey
  • Twitter Clean Grey
  • YouTube Clean Grey

Gruppo Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale -  Consiglio Regione Lombardia

via Fabio Filzi 22 - Tel.:  0267482744 - mail: riccardo.decorato@consiglio.regione.lombardia.it