REGIONALI, DE CORATO: GORI DICE NO ALLA BOSSI-FINI E SI' ALLO IUS SOLI, CON LUI COME GOVERNATORE

“Una cosa la sappiamo già: se Gori dovesse diventare governatore della Lombardia saremmo ancora di più invasi dai migranti. Il probabile candidato del centrosinistra oggi ha infatti partecipato alla campagna “Ero Straniero”, con la presentazione della iniziative per la raccolta firme per il superamento della legge Bossi-Fini. E a margine ha anche dichiarato che lo Ius soli è per lui una delle priorità su cui si deve concentrare il suo partito e che i sindaci devono occuparsi dell'integrazione.

Evidentemente al Pd non bastano 23mila immigrati in Lombardia, ne dobbiamo anche accogliere altri. Le stazioni sono prese in ostaggio da centinaia di migranti, le grandi e piccole città sono invase da un numero ingestibile di queste persone e la sicurezza è un miraggio, ma Gori apre ancora agli stranieri. Già la Bossi-Fini è stata azzoppata, e i risultati si vedono, ci mancherebbe solo eliminarla. Al contrario dovrebbe essere eliminato l'istituto della protezione umanitaria, che è un istituto giuridico molto discutibile, presente quasi solo in Italia e attribuito con troppa frequenza.

Il centrosinistra invece ha ben altri progetti e se Gori dovesse diventare governatore li porterebbe nella nostra regione che già è in ginocchio per un flusso di migranti totalmente fuori controllo”

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

Seguimi: 

  • Facebook Clean Grey
  • Twitter Clean Grey
  • YouTube Clean Grey

Gruppo Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale -  Consiglio Regione Lombardia

via Fabio Filzi 22 - Tel.:  0267482744 - mail: riccardo.decorato@consiglio.regione.lombardia.it