ALER, DE CORATO: UNA FARSA LA MERENDA IN SELINUNTE, SALA NON PARLA DI SGOMBERI E SICUREZZA, VERGOGNA

“Le politiche di Sala per le periferie: andare in uno dei quartieri più problematici di Milano, con percentuali di occupazioni abusive esorbitanti nelle case popolari, e farci una merenda! E la fa nella piazza dove un bar è stato teatro di una violenta rissa tra egiziani e marocchini, dove c'è il racket degli abusivi e dove un giornalista di Libero è stato picchiato perché stava facendo il suo lavoro. Sala parla agli arabi, come dimostra il volantino che ha fatto girare, in una quartiere dove ormai ci sono solo loro, per colpa delle assegnazioni del Comune e dei mancati sgomberi. Si deve vergognare!

QUESTIONE SICUREZZA RIMANDATA - Poi chiede soldi alla Regione per le manutenzioni e rinvia a data da destinardi il discorso sulla sicurezza, dicendo che tornerà con l'assessore Rozza. Neanche una parola, invece, sugli sgomberi. Questo dà un'idea di come alcune zone difficili siano lasciate allo sbando e di come il Comune non abbia nessuna intenzione di prendere di petto il problema degli abusivi e della sicurezza. Sono basito che un sindaco si presenti in un quartiere del genere senza l'assessore o quantomeno con le idee chiare su cosa fare.

QUARTIERE GHETTO PER GLI ITALIANI - L'incontro è avvenuto oggi pomeriggio e l'annuncio è stato dato nei giorni scorsi tramite un volantino scritto sia in italiano che in arabo. Nelle case popolari di piazza Selinunte, infatti, ci sono più stranieri che milanesi, a testimonianza del fallimento delle politiche multietniche di Pisapia e di Sala. Il quartiere è diventato un ghetto a rovescio, dove sono gli italiani in minoranza e una grossa fetta di case occupate è in mano agli arabi. Ma anche questo tema non è stato toccato dal sindaco.

NON UNA PAROLA SU SGOMBERI - Sala vive sulle nuvole? Non capisce i veri problemi dei milanesi che abitano lì. Non si risolvono enormi questioni di sicurezza con pic nic e inviti in arabo. Il sindaco chiede un impegno finanziario, ma perché intanto non si occupa di mantenere l'impegno sottoscritto dal Comune 2 anni fa con il protocollo in prefettura sugli sgomberi? Perché non si occupa di cacciare quelli che stanno rubando la casa ai poveri milanesi onestamente in lista d'attesa? La Regione non lo può fare perché non ha forze dell'ordine a disposizione.

DOMANI CANTIERE SOTTO PALAZZO MARINO - Domani invece il Cantiere restituirà la visita a Sala e andrà a fare merenda davanti a Palazzo Marino. Ha anche organizzato un “torneo di calcio antirazzista” alle 16, giochi per bambini alle 17 e aperitivo alle 19. Dopo la marcia pro immigrati, adesso i centri sociali si aspettano che il sindaco metta a disposizione i consigli di zona come residenze fittizie per i clandestini in modo da dare a tutti la residenza. Ci manca solo questo!”

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

Seguimi: 

  • Facebook Clean Grey
  • Twitter Clean Grey
  • YouTube Clean Grey

Gruppo Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale -  Consiglio Regione Lombardia

via Fabio Filzi 22 - Tel.:  0267482744 - mail: riccardo.decorato@consiglio.regione.lombardia.it