COMUNE, DE CORATO: DOPO ESSERE STATO “GRAZIATO” SU OMISSIONI AUTOCERTIFICAZIONE, SALA SI DIMOSTRA SI

“Dopo essere stato “graziato” per le omissioni nell'autocertificazione patrimoniale, adesso Sala si dichiara a favore delle adozioni gay, dimostrando che non è il sindaco di tutti i milanesi.

Sala pagherà una multa per le omissioni della casa in Svizzera e dei fabbricati a Zoagli, mentre l'inchiesta per falso ideologico è stata archiviata. Quello che rimane, però, è il silenzio sul suo stato di indagato fino alla fine delle elezioni del giugno scorso, nonostante il fascicolo fosse stato aperto ad aprile dopo il mio esposto.

Questo silenzio la dice tutta sull'occhio di riguardo avuto per Sala, al contrario di tanti altri politici, soprattutto del centrodestra, che vengono addirittura informati di un'indagine sul proprio conto direttamente dai giornali. Invece nel caso dell'allora candidato sindaco non si è saputo niente fino al 24 giugno, dopo il ballottaggio, nonostante io abbia depositato l'esposto due mesi prima, il 26 aprile 2016. Questo è quello che dovrebbe succedere per tutti, invece non capita quasi mai, solo Sala ha avuto la fortuna che nulla trapelasse fino alla fine delle elezioni che l'hanno eletto a sindaco.

E una volta arrivato a Palazzo Marino si dimostra, con le dichiarazioni di oggi, il sindaco della minoranza dei milanesi sulla questione delle adozioni gay. Il mondo Lgbt è una minima parte della popolazione e anche all'interno del centrosinistra è molto forte la corrente cattolica che è contraria all'idea di affidare bambini a coppie omosessuali”.

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

Seguimi: 

  • Facebook Clean Grey
  • Twitter Clean Grey
  • YouTube Clean Grey

Gruppo Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale -  Consiglio Regione Lombardia

via Fabio Filzi 22 - Tel.:  0267482744 - mail: riccardo.decorato@consiglio.regione.lombardia.it