MIGRANTI, DE CORATO: 'ALLA MONTELLO, OGGI, PORTE APERTE A CENTRI SOCIALI E SINISTRA RADICALE. OL


"L'iniziativa di oggi alla caserma Montello è servita a ripetere lo stesso copione in scena da mesi. Le porte della Montello sono state sì aperte, ma ai centri sociali e alla sinistra radicale che plaude e sostiene l'arrivo a Milano e Lombardia di decine di migliaia di richiedenti asilo. Oltre i muri, infatti, il nodo del problema è che non ci sono solo gli slogan bolsi dei centri sociali, ma un numero consistente di clandestini. Da parte nostra non c'è nessuna remora a trattare l'argomento, purché i comitati dell'accoglienza ricordino che persino il Commissario europeo per le migrazioni Dimitris Avramopoulos ha affermato che almeno l'80% dei migranti che sbarcano in Italia dal Mediterraneo centrale, sono clandestini e non profughi e che per questo motivo non s'intende cambiare i criteri delle nazionalità da ricollocare.

E non stiamo parlando di un pasdaran o di una specie di ultras, ma di una persona con un ruolo istituzionale di primissimo piano. Di fronte a questa evidenza ufficiale vorremo sapere se anche oggi, dopo questa stucchevole iniziativa, Sala, Majorino e il Prefetto saranno finalmente consapevoli del fatto che stanno riempiendo, a spese dei contribuenti, Milano e i comuni limitrofi di clandestini.Perché non possiamo confondere l'accoglienza con l'esigenza di rimandare a casa i clandestini, ossia i richiedenti asilo senza titolo a rimanere a Milano, in Lombardia o in Italia. Qundi interrompiamo i flussi, rimpatriamo e poi sediamoci pure al tavolo a parlare di come usare una caserma nel cuore di Milano o come organizzare l'accoglienza".

Così Riccardo De Corato, ex vicesindaco di Milano e capogruppo di FDI AN in Regione Lombardia.

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

Seguimi: 

  • Facebook Clean Grey
  • Twitter Clean Grey
  • YouTube Clean Grey

Gruppo Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale -  Consiglio Regione Lombardia

via Fabio Filzi 22 - Tel.:  0267482744 - mail: riccardo.decorato@consiglio.regione.lombardia.it