ISLAM, DE CORATO: INTERROGAZIONE IN REGIONE SU SENTENZA CORTE EUROPEA. APREA INFORMI IMPRESE LOMBARD

“Presenterò un'interrogazione in Regione dopo la decisione della Corte di giustizia europea che ha stabilito che è legittimo vietare a una dipendente l'uso del velo o del burqa. Chiederò all'assessore Aprea di informare le aziende lombarde di questa possibilità.

Il caso è partito dal Belgio. Qui una donna musulmana, assunta nel 2003 come receptionist da un'impresa privata, aveva informato nel 2006 il datore di lavoro del fatto che intendeva indossare il velo islamico durante l'orario di lavoro, ma la direzione le aveva comunicato che non sarebbe stato tollerato. Dopo il rifiuto di rispettare la norma, la signora è stata licenziata e ha contestato tale licenziamento dinanzi ai giudici del Belgio, che a loro volta hanno chiamato in causa la Corte Ue.

Secondo la Corte "la norma interna non implica una disparità di trattamento direttamente fondata sulla religione o sulle convinzioni personali".

Se l'avesse fatto fino a ieri un'azienda italiana, ci sarebbe stata una sommossa del centrosinistra e dei girotondini vari, invece adesso l'ha detto la Corte di giustizia europea, quindi le aziende possono decidere in questo senso”.

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

Seguimi: 

  • Facebook Clean Grey
  • Twitter Clean Grey
  • YouTube Clean Grey

Gruppo Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale -  Consiglio Regione Lombardia

via Fabio Filzi 22 - Tel.:  0267482744 - mail: riccardo.decorato@consiglio.regione.lombardia.it